Matrimonio: non hai più segreti!

E finalmente il periodo più frenetico della mia vita è finito!

Per chi non ci avesse fatto caso sono quasi tre mesi che non scrivo sul blog, ho trascurato la pagina di Facebook (ex pagina Funny Events che da lunedì è stata sostituita dalla nuova Ester Chianelli Weddings&Events ) e tante altre cose, ma a mia discolpa posso dire di essere più che giustificata…

2016_10151780856889879_1962600840_n (1)
My Wedding

Ebbene si… Dopo 4 anni di fidanzamento e 3 e 1/2 di convivenza, una meravigliosa proposta di matrimonio in quel di Londra a Maggio 2012 e quasi un anno di preparativi,  3 settimane fa anche io sono convolata a giuste nozze!

Per una che organizza matrimoni, vi direte, deve essere stato un gioco da ragazzi, una bazzecola, una quisquilia. Ed in  parte è stato così, tra amici fornitori che mi hanno aiutata a realizzare molte cose e la libertà di potersi sbizzarrire con allestimenti, fiori e composizioni (che forse altre spose avrebbero avuto difficoltà ad immaginare se le avessi proposte) devo dire di essermi proprio divertita. Ma dall’altra parte… Se si è pignoli, precisi, maniaci del controllo e, diciamolo, un po’ rompipalle come me, allora  la situazione cambia. Perché? Perché chiaramente tutto doveva essere perfetto!

A tranquillizzarmi c’è sempre stata Federica, la mia socia, la quale poveretta si è fatta carico di tutte le mie ansie… Non so come, ma mi rivolge ancora la parola! I tre giorni precedenti al matrimonio, giorni che avrei dovuto dedicare a me stessa per rilassarmi, li ho passati tormentandola di telefonate, fingendo una tranquillità atipica che purtroppo non ho saputo interpretare alla perfezione.

Mia madre, poverina anche lei, è stato il mio pungi ball per quasi tutta la durata dei preparativi. A lei ho dedicato in ordine: cazziate, urla, isterismi e lacrime. Ma alla fine i due giorni trascorsi a casa da lei, dove non dormivo da 3 anni e mezzo, mi hanno rigenerata, coccolata e fatta tornare bimba. Avevo dimenticato quanto è bello essere trattata da figlia, tra carezze mattutine e bacetti della buonanotte. L’amore che una mamma prova per un figlio è così immenso che i brutti mesi che le ho fatto passare non sembra neanche ricordare di averli vissuti!

Mio padre  è stato un papà modello. Era sempre pronto ad ascoltare le mie lamentele (sempre nei confronti della mia santa madre) e a confortarmi nei momenti in cui mi sembrava di essere sopraffatta dagli impegni e dagli eventi. C’è da dire che oltre il mio “perfect wedding day”, abbiamo avuto anche altri lavori e matrimoni che certo non si potevano trascurare e con planning alla mano e coordinazione non abbiamo tralasciato nessun particolare. Emozionatissimo anche lui (leggete questo post che ha scritto sul suo blog) ha dato prova di grande self-control, meno male… perché io ad un certo punto non ho capito più nulla!

Ma il più bravo di tutti, e non me ne vogliate, è stato il mio magnifico marito (mi fa ancora uno strano effetto dirlo). Prima, durante e dopo! Chiaramente, da persona intelligentissima, le scelte per ciò che riguardava il matrimonio, quali colori, tema, fiori, allestimenti ecc,  le ha lasciate a me, tanto sapeva che poteva fidarsi, o meglio che non poteva metter bocca! Dei lavori di casa se ne è occupato lui. E se prima mi sono definita pignola, precisa, maniaca del controllo e rompiballe, in confronto a Marco (il nome del mio bel maritino) passo per mansueta,superficiale e disordinata. Vi dico solo che secondo me in questo anno è riuscito a prendere 2 lauree e 3 specializzazioni in ingegneria ed architettura, conosce qualsiasi nuovo prodotto tecnologico sul mercato e potrebbe tranquillamente venire a casa vostra ad installare  il sistema di potabilizzazione dell’acqua (nella vita è un broker assicurativo). Di problemi ce ne sono stati… gli inviti, le partecipazioni, i tavoli ( e di questo argomento vi parlerò in un post a parte perchè TUTTI DOVETE sapere che è la più grande sciagura che una coppia che organizza il proprio matrimonio deve affrontare), la conclusione dei lavori e tante altre piccole noie, che abbiamo risolto con complicità e serenità. Ci sono stati giorni in cui ho seriamente pensato che non si sarebbe presentato all’altare… ed invece era lì… meraviglioso, emozionato e con gli occhi lucidi mentre mi avvicinavo a lui.

Dopo questo meraviglioso ma stressatissimo periodo, posso affermare che mi sento ancor più vicina alle mie spose e con l’esperienza maturata credo che sarò in grado di poterle aiutare ancor di più. Potrò essere vicina alle coppie in tutti i passaggi che li accompagneranno ad uno dei giorni più felici che una coppia veramente innamorata possa vivere! Dal percorso matrimoniale a tutti i passaggi burocratici, dalle letture in chiesa alle musiche religiose, dalla lista di nozze ai sacchettini dei ringraziamenti, e tanto tanto tanto ancora! Ora posso dire che i matrimoni non hanno più segreti per me… o quasi!

1081922_10201033680179470_627007635_n
Ph.: Morlotti Studio} Napoli
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.esterchianelli.com/wp-content/uploads/2020/07/background-header-pagine2.jpg);background-color: #fdf8f4;background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 110px;}